Alimenti fondamentali per la salute

Gli alimenti fondamentali per vivere meglio

Leggi innanzitutto ‘Cosa mangiare per dimagrire’ di Cinzia Zedda, perchè mantenersi in forma, quindi non in sovrappeso, è fondamentale per vivere meglio e la scelta degli alimenti aiuta moltissimo:

frutta-verdura-Tutti gli alimenti ricchi di potassio

salute potassioGli alimenti ricchi di potassio sono indispensabili per il nostro benessere generale, ecco perché non dovrebbero mancare mai nella nostra dieta. Infatti, se non introduciamo nel nostro organismo la giusta quantità di potassio, possono manifestarsi differenti disturbi: stanchezza generale, problemi che interessano la sfera del sonno, ritenzione idrica e dolori muscolari, perfino il rischio di incorrere più facilmente in malattie cardiovascolari. Proprio il potassio, nelle giuste dosi, può ridurre l’incidenza di crampi, ictus, di malattie coronariche e il rischio cardiovascolare. È fondamentale mangiare cibi ricchi di potassio. Ma dove si trova? Soprattutto nella frutta e nella verdura, per esempio banane, pomodori, albicocche, e la maggior parte dei legumi. La dose quotidiana dovrebbe essere di 5 o 6 porzioni al giorno. Ma scopriamo qualche cosa di più sul potassio. Dalla ricerca è anche emerso che in caso d’ipertensione per non confondere i pazienti, bisogna raccomandare la sola riduzione del sodio senza insistere troppo sull’importanza di aumentare l’apporto di potassio. Per fare ciò è meglio favorire il consumo di frutta e verdura biologiche e bere almeno 2 litri di acqua al giorno, stando attenti solo al sale. “Finora non c’è stata grande attenzione sul potassio, ma questo minerale pare capace di ridurre la pressione sanguigna – dice Paul Whelton direttore di un importante studio condotto dal Loyola University Health System, negli Usa – Non solo, la combinazione di un maggior introito di potassio e un minor consumo di sodio sembra più efficace di interventi sui singoli elementi nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari”. Bene quindi consumare i cibi che abbondano di potassio, ma che cosa scegliere nello specifico? Ecco i primi 10 alimenti che ne contengono di più: fra gli alimenti ricchi di potassio troviamo in prevalenza frutta e verdura tra cui banane, uva, kiwi, fichi, avocado, datteri, cocco, patate (le patate vanno lasciate in un luogo asciutto e fresco. Non devono stare al calore, perché altrimenti germoglierebbero, e nemmeno nel frigorifero, perché assumerebbero un colore verdognolo), zucca, ravanelli, frutta secca, fragola [una tazza di fragole contiene 100 mg di Vit C; questo frutto contiene anche acidi grassi e iodio ed è ricco di Vitamine B2, B5, B6, K, rame, calcio, magnesio (grande il suo contenuto), ferro, zinco, potassio. Aiuta a prevenire il declino delle facoltà motorie e cognitive, che comunemente si associano al’invecchiamento e particolarmente al disturbo dell’Alzheimer]; anche l’uva, kiwi, l’avocado, i datteri e la frutta secca sono ottimi alleati contro i tumori: contengono alti livelli di antiossidanti – sostanze chimiche che bloccano i radicali liberi nel corpo causando danni alle cellule che possono portare al cancro. Ecco perchè possiamo ammalarci. Essenziale è seguire un’alimentazione sana, cercando di limitare i cibi ricchi di zuccheri o di grassi, che hanno un alto contenuto calorico, e le carni rosse. Allo stesso tempo sono da privilegiare altri alimenti, come i legumi, la frutta e la verdura, in particolare pompelmo, broccoli, cavoli e cavolfiori, e il riso integrale. Fortunatamente gli alimenti ricchi di potassio sono moltissimi. Non possiamo che cominciare con la frutta benefici mangoed in particolare banane, albicocche, agrumi, fichi, prugne, pesche, uva, kiwi

salute kiwima soprattutto l’anguria contiene potassio e ha molte proprietà benefiche:

benefici anguriaInfatti l’anguria ha le seguenti proprietà e benefici:

salute anguriama anche le verdure a foglia verde, come asparagi, broccoli, carciofi, cavoli, spinaci, indivia, rucola, lattuga. Ricordiamo che sarebbe meglio consumare verdure crude per evitare che il potassio perda le sue proprietà. Ottime fonti di potassio anche le patate, la soia e i legumi, il pesce,salute pesce 2 i cereali integrali e la carne di pollo. Non dimenticate di consumare tutti i giorni anche della frutta oleaginosa, come pistacchi, mandorle, arachidi, noci e nocciole.

Gli alimenti ricchi di potassio sono essenziali per il nostro organismo, infatti il potassio può essere considerato da più punti di vista un alleato del nostro benessere. Un recente studio italiano, condotto dagli esperti dell’Università di Napoli, ha mezzo in evidenza che il potassio è importante per proteggere la salute del cuore, evitando di incorrere nelle patologie a carico dell’apparato cardiovascolare. Inoltre il potassio è importante anche per i muscoli, in quanto garantisce la protezione dai crampi. Il potassio aiuta a regolare l’equilibrio idrico all’interno del nostro corpo, proprio per questo è importante per permettere una crescita sana, per stimolare gli impulsi nervosi e la contrazione delle fibre muscolari. La frutta e la verdura sono in prima linea nel caso dell’apporto di potassio. I dettagli sugli alimenti di cui sotto li trovi anche nell’articolo Alimentazione sana contro i tumori:

  • il discorso vale per l’uva, per alcuni frutti tropicali, come ad esempio l’avocado (l’avocado contiene vitamina E e vitamina A. Inoltre è ricco di potassio, che riesce ad esercitare un’azione di prevenzione contro la ritenzione idrica e l’ipertensione. benefit avocadoUn altro frutto che abbonda di antiossidanti è il melograno: in esso sono presenti soprattutto flavonoidi, che proteggono il cuore e le arterie) o il Kiwi (i kiwi sono ricchi di polifenoli, che proteggono dall’insorgenza delle malattie degenerative), il cocco.
  • Per quanto riguarda gli ortaggi, come fonti di potassio si devono prendere in considerazione le patate, i broccoli (contiene sali minerali come ferro, potassio, fosforo, calcio, ma anche beta-carotene e vitamine B1 e B2) o la zucca (la zucca aiuta a riparare le cellule del pancreas danneggiate e la cannella riduce il pericolo di sviluppare l’iperglicemia negli anziani e nei soggetti in sovrappeso).
  • Anche il finocchio può essere considerato una fonte di potassio.
  • Il ravanello è perfetto per essere inserito all’interno di una dieta sgonfiante. Questo ortaggio è costituito per la maggior parte da acqua, che stimola la diuresi e contribuisce a drenare le tossine e i liquidi in eccesso. Questa radice è ricca di vitamine del gruppo B e della C. Inoltre abbonda di magnesio.
  • Il sedano rapa ha proprietà diuretiche e disinfettanti. E’ costituito da una grande quantità di acqua, ma contiene in buona dose anche carboidrati, proteine, grassi e soprattutto fibre. Fra i sali minerali più presenti, il potassio, il manganese e il ferro.
  • Cavolo navone è ricco per l’80% di acqua, di sali minerali e di vitamine. Le sostanze che lo compongono possono essere considerate ottimi antiossidanti. Ha pochissime calorie e riesce a stimolare anche l’intestino pigro. La sua consistenza è molto simile a quella della patata e il suo sapore è quello tipico delle rape e dei cavoli.
  • La pastinaca è una buona fonte di vitamina C, ma contiene anche vitamine del gruppo B, come l’acido folico e la tiamina. Tra le altre vitamine che fornisce all’organismo, possiamo ricordare la E e la K. E’ ricca di potassio, in grado di regolare i liquidi presenti nelle cellule.
  • Anche la frutta secca abbonda di potassio e può essere annoverata quindi fra i cibi che lo contengono. Infatti la frutta secca potrebbe proteggere dall’infarto. Come tutta la frutta secca, i pistacchi sono capaci di favorire l’abbassamento del colesterolo nel sangue, riducendo il rischio delle malattie cardiovascolari. Questi vegetali sono ricchi di vitamina A, di ferro e di fosforo e costituiscono un cibo molto indicato come ricostituente del sistema nervoso. Attraverso i pistacchi l’organismo è in grado di rafforzare le difese nei confronti dell’azione dei radicali liberi. Tra la frutta secca, anche i pistacchi sono ricchi di potassio e non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta perché aiutano a combattere il colesterolo. I grassi contenuti nei pistacchi sono infatti dei grassi monoinsaturi, che hanno la capacità di ridurre il colesterolo “cattivo”. I pistacchi non vanno trascurati anche perché aiutano a combattere il colesterolo. Dobbiamo infatti ricordare che la maggior parte dei grassi dei pistacchi è costituita da grassi monoinsaturi, i quali, a differenza di quelli saturi, riescono a ridurre il colesterolo “cattivo”.
  • Chi ama i legumi può affidarsi ai fagioli neri secchi, altra fonte notevole di potassio. Ma i fagioli neri non contengono solo potassio, infatti sono ricchi anche di oligominerali, sali minerali e vitamine. Tutte queste sostanze contribuiscono sicuramente a migliorare il nostro benessere psicofisico. Cucinare fagioli neri secchi è molto importante per la nostra dieta. Le proprietà benefiche dei fagioli neri sono molto conosciute: contengono vitamine, oligominerali, come ferro, calcio, fosforo e zinco e sali minerali.
  • Fra i legumi anche le lenticchie secche possono rappresentare un valido apporto di potassio e allo stesso tempo dovrebbero essere una costante nella nostra alimentazione, perché sono ricche di ferro e hanno dei valori nutrizionali importanti.Le lenticchie secche, come tutti i legumi, sono ricche di ferro. I legumi sono in prima linea contro la perdita di potassio.Le lenticchie sono legumi ricchi di fibre, sali minerali e vitamine. Hanno elevato valore nutritivo e vanno consumate cotte, per essere digerite più facilmente dall’organismo. Ricche di antiossidanti e tiamina, migliorano i processi di memorizzazione e agiscono positivamente come barriera sugli agenti inquinanti esterni. Preziosa fonte di vitamina PP, le lenticchie equilibrano il sistema nervoso con un’azione antidepressiva e antipsicotica naturale.
  • Per quanto riguarda la frutta e gli ortaggi possiamo ricordare anche i pomodori secchi, che costituiscono un’importante fonte di energia per il nostro organismo. I pomodori secchi sono facili da preparare e specialmente i pomodori secchi ripieni costituiscono un’importante fonte di energia per il nostro organismo. Proprio per questo sono consigliati anche i pomodori secchi in gravidanza. Se ci aggiungiamo anche che sono particolarmente saporiti, diciamo che il gioco si fa più semplice.
  • Da non dimenticare sono le banane secche, che possiedono importanti proprietà terapeutiche. Le banane secche infatti costituiscono un rimedio per combattere la pressione alta, riescono a proteggere il cuore e lo stomaco e inoltre sono capaci di rafforzare le difese immunitarie. Le banane secche sono alleate della salute del cuore, sono in grado di proteggere lo stomaco e rafforzano le difese immunitarie.benefit banane La banana è un rimedio naturale contro la pressione alta. A livello nutrizionale da ricordare che le banane secche come calorie ne hanno 292 ogni 100 grammi.salute banana
  • Inoltre, tra i legumi, non sono da dimenticare i ceci, che contengono omega 3, magnesio e vitamine B1, B2, B3, B5 e B6. I legumi offrono incredibili benefici alla salute: possono abbassare il livello di colesterolo e riducono il rischio di diversi tipi di tumori. Specialmente se consumati insieme ai cereali, riescono a fornire all’organismo delle proteine complete, costituite da aminoacidi essenziali. Inoltre apportano all’organismo molte fibre, che costituiscono un ottimo rimedio contro la stitichezza. I legumi, introdotti nell’alimentazione, sono anche utili per dimagrire. I ceci riescono a proteggere la salute del cuore. I ceci infatti sono in grado di svolgere una funzione protettiva nei confronti del cuore e le proprietà dei ceci sono correlate soprattutto alle sostanze che contengono: omega 3, vitamine B1, B2, B3, B5 e B6, magnesio e folato.
  • ll ketchup è una salsa preparata con pomodoro, aceto, zucchero e spezie. Il suo contenuto calorico è medio – basso e inoltre non abbonda di grassi. E’ vero, può sembrare strano, ma quello che spesso è considerato solamente un condimento da fast food, è uno degli alimenti più ricchi di potassio.
  • La paprika si ricava dalla macinazione dei semi e della polpa di differenti tipi di peperoncino secco. Ne esistono diverse varietà, c’è anche la paprika dolce. Può essere utilizzata come condimento in alternativa al pepe o al classico peperoncino.
  • Il cioccolato fondente ha potere antiossidante, perché contiene concentrazioni elevate di composti polifenolici.benefici cioccolato Inoltre è ricco di minerali, soprattutto di ferro, di magnesio e di potassio, ha molti effetti benefici sul sistema cardiocircolatorio e svolge una vera e propria azione antidepressiva. Ecco altri motivi per mangiare cioccolato.

Scegliere gli alimenti ricchi di potassio è fondamentale. In ogni caso è importante scegliere che cosa mangiare in base al buon senso. Ad esempio le costolette di maiale sono ricche di potassio, ma è meglio preferire la carne bianca, perché sicuramente contiene meno grassi ed è meno calorica. La carne rossa e le interiora sono un’ottima fonte di minerali, in particolare di ferro e zinco. Un’elevata carenza di ferro può causare anemia, stanchezza, scarso appetito e irritabilità. E’ bene, quindi, consumare abitualmente e senza eccedere carne rossa, prediligendo le parti magre di manzo o cavallo. Tratto da TantaSalute.it e da Alimenti ricchi di potassio. Una dieta equilibrata deve contenere anche il giusto apporto di magnesio, potassio, sali minerali, ferro e vitamine. Lo sostiene anche una ricerca dell’Università degli studi di Napoli, che ha analizzato il corretto apporto di potassio per il nostro benessere. Una dieta equilibrata non deve mai essere sprovvista di alcun nutrimento fondamentale per la nostra salute: anche il potassio quindi diventa uno di quegli elementi imprescindibili senza il quale il nostro fisico non potrebbe affrontare la vita di tutti i giorni. Tratto da alimenti ricchi di potassio. quali sono e perchè fanno bene

Tutti gli alimenti ricchi di calcio e ferro e zinco

Gli alimenti ricchi di calcio sono fondamentali per la nostra salute. Meglio ancora se si tratta di alimenti combinati ricchi di calcio e magnesio (la fragola e i fichi, visti anche in alimenti ricchi di potassio) o di alimenti ricchi di calcio e ferro (i broccoli, spinaci, presenti in alimenti ricchi di potassio e le uova e l’amaranto). E’ importante non far mancare al nostro organismo questo importante minerale, il ferro viene assorbito attraverso la parete dello stomaco, entra nel sangue, si posiziona sull’emoglobina dei globuli rossi e poi da qui viene trasportato in tutte le cellule. I problemi derivanti dalla carenza di ferro sono molti: infatti, se non ne assorbiamo abbastanza, le cellule non possono essere ossigenate in maniera adeguata, si infiammano e possono anche morire. Scopriamo quali sono gli alimenti che più possono aiutarci, garantendoci il giusto apporto di ferro, per evitare l’anemia. Lo zinco è presente nella struttura di alcuni enzimi fondamentali per la corretta funzionalità dell’organismo e, nello specifico, di alcuni ormoni quali ad esempio l’insulina, l’ormone della crescita e gli ormoni sessuali. Questo elemento è distribuito in tutti i tessuti del corpo umano, con una concentrazione maggiore nei muscoli striati (60%), nelle ossa (30%) e nella pelle (4-6%). Dal 10 al 40% viene assorbito dall’intestino prossimale per poi essere espulso con le feci e con le urine. Un eccesso di zinco nell’organismo può influenzare la funzione metabolica, mentre una sua carenza può determinare un ritardo nella crescita, anemia, diarrea, vomito e problemi riproduttivi. Ecco, allora, un elenco dei principali alimenti che lo contengono da integrare nella propria dieta. Da Alimenti ricchi di calcio: ecco quali sono e 10 alimenti ricchi di ferro e da Gli alimenti più ricchi di zinco

  • Ricordiamo quindi che la carne rossa e le interiora sono un’ottima fonte di minerali, in particolare di ferro e zinco. Un’elevata carenza di ferro può causare anemia, stanchezza, scarso appetito e irritabilità. E’ bene, quindi, consumare abitualmente e senza eccedere carne rossa, prediligendo le parti magre di manzo o cavallo. Dal punto di vista nutrizionale la carne di cavallo si distingue per la sua magrezza. E’ consigliata agli sportivi, ai bambini in crescita, alle donne in gravidanza. Il ferro contenuto nella carne di cavallo risulta altamente biodisponibile e può essere assorbito in percentuale maggiore rispetto a quello contenuto nei vegetali. Il fegato di manzo contiene molte proteine, una piccola frazione di carboidrati e delle dosi eccellenti di sali minerali e vitamine. E’ un prodotto dalle alte concentrazioni nutrizionali, che riesce a garantire un certo equilibrio tra i macronutrienti energetici. L’unico problema consiste nel fatto che è molto ricco di colesterolo.
  • Il latte e i suoi derivati contengono una considerevole quantità di calcio (1 bicchiere di latte di mucca contiene circa 300mg di calcio, 100g di yogurt ne contengono 150g). La quantità di calcio presente nel formaggio cambia in base al tipo di formaggio. I formaggi hanno un elevato valore nutritivo e sono ricchi di proteine, vitamine, grassi e sali minerali. Ricchi di colesterolo, vanno consumati con moderazione pur essendo preziosa fonte di energia per il fisico, facilmente digeribili per l’organismo e valido alleato alimentare nella formazione e nel mantenimento di ossa, denti e vasi sanguigni.
  • Il grano tenero e il grano duro sono due tipi di frumento utilizzati per la preparazione della semola e di alcuni tipi di pane. Dal punto di vista nutrizionale, questo alimento è povero di colesterolo e ricco di proteine, lipidi, vitamine e sali minerali, soprattutto fosforo, potassio, zinco e calcio. Nel grano integrale, inoltre, sono presenti delle fibre che rallentano l’assorbimento dei carboidrati e degli zuccheri, riducendo di conseguenza il processo di formazione dei lipidi.
  • Avena e semi di zucca. L’avena è un ottimo alimento lassativo, la sua assunzione viene consigliata soprattutto nei casi di depressione e di debilitazione, di insonnia e di nervosismo. Grazie alla presenza di molte vitamine del gruppo B e di sali minerali, tra cui il ferro, può essere considerato un alimento energizzante, consigliato anche per chi è in convalescenza. Anche i semi di zucca sono ricchi di ferro e magnesio: i migliori semi di zucca da mangiare sono quelli al naturale, non tostati e non salati. benefit semi zuccaI semi di zucca sono perfetti per uno snack nutriente e veloce oppure possono essere aggiunti alle insalate. Se vengono macinati, possono essere anche consumati insieme alle verdure, ai cereali o ai legumi. Altra informazione la trovi più sotto in alimenti ricchi di magnesio.
  • L’amaranto è in natura privo di glutine, presenta un profilo completo per quanto riguarda il contenuto di aminoacidi, è ricco di calcio e contiene elevate quantità, oltre che di ferro, anche di fosforo e di magnesio. Molto elevato anche il suo contenuto di fibra. Può essere considerato un alimento altamente digeribile.
  • Le uova: il rosso dell’uovo contiene molto calcio. Esse sono ricche di proteine, in particolare l’albume, che è la parte costituita soltanto da proteine. Proprio per questo, specialmente se le mangiamo a colazione, possono aiutarci a rimanere sazi fino all’ora di pranzo e ad evitare, in questo modo, di ricorrere a spuntini al di fuori dei pasti principali. Anche se non ce ne accorgiamo, spesso sono proprio questi cibi che mangiamo al di fuori del pranzo e della cena a farci ingrassare. Le uova sono ricche di ferro, fosforo e calcio, sali minerali che si trovano soprattutto nel tuorlo. Ben rappresentata è la categoria delle vitamine, in particolare quelle del gruppo B. Nel tuorlo si ha un’alta concentrazione di carotenoidi. Inoltre le uova contengono la vitamina D, fondamentale per la crescita e la salute delle ossa. Le uova sono un alimento ad alto valore biologico e contengono proteine, sali minerali e acidi grassi. Il tuorlo in modo particolare è anche una preziosa fonte di fosforo, ferro, zinco, vitamina A, B1, D, E. Questo alimento contiene anche calcio, ma elevato colesterolo e pertanto deve essere consumato con moderazione, prediligendo cotture prive di grassi o condimenti aggiuntivi.
  • Il pesce e i frutti di mare: alcuni pesci, come le acciughe, gli sgombri, le sardine, sogliole e salmoni, ma anche i frutti di mare, come le vongole, cozze, ostriche e gamberi hanno una elevata concentrazione di calcio e sono ricchi di omega 3 (in particolare salmone e tonno).
  • La frutta secca: mandorle, noci (le noci riescono a tenere sotto controllo il livello dei grassi nel sangue e per questo si dimostrano, insieme alla frutta secca in generale, degli alimenti fondamentali per prevenire ictus e infarto. Le noci si possono includere fra i cibi sani da aggiungere alla dieta), nocciole e pistacchi (quest’ultimo l’abbiamo letto prima in dettaglio in “alimenti ricchi di potassio”); fra i legumi è da tenere in particolare considerazione la soia, tra cui il natto è un alimento a base di soia che fa parte della tradizione culinaria giapponese. In particolare è ricco di un enzima, che si chiama nattokinase. Questo agisce sulla fibrina, impedendo la coagulazione del sangue.
  • Le verdure: spinaci, verza, cipolla, cardi, broccoli e cime di rapa sono le verdure a più alto contenuto di calcio.
  • I broccoli hanno pochissime calorie e quindi possono essere inseriti nell’alimentazione dimagrante. Sono ortaggi ricchi di sali minerali, come il calcio, il ferro, il fosforo e il potassio, e abbondano di fibre.salute zuccheri
  • Le rape hanno proprietà diuretiche, depurative ed emollienti. La loro assunzione è indicata specialmente in presenza di alcuni disturbi, come la cistite e la gotta. Possono essere consumate sia crude che cotte e garantiscono un buon apporto di sali minerali, oltre che di vitamine C e B6.
  • La carota è una fonte abbondante di magnesio, calcio, rame e zinco. L’ortaggio in questione contiene molta provitamina A, che poi l’organismo trasforma in vitamina A. benefit caroteIl betacarotene, di cui è ricca la radice della carota, fa bene alla pelle, aiuta la crescita delle ossa, la salute della cornea ed è uno dei più efficaci antiossidanti che possiamo trovare in natura.
  • i fichi contengono vitamine A e C, calcio, magnesio e potassio e sono molto efficaci nel ridurre il rischio di sviluppare i tumori. Da mangiare soprattutto per affrontare una giornata impegnativa. Anch’essi costituiscono una riserva fondamentale per produrre l’energia necessaria durante la quotidianità.
  • Ostriche e Granchi: le ostriche sono molluschi ricchi di zinco: una porzione di sei ostriche, infatti, fornisce 5 volte la quantità quotidiana consigliata di questo prezioso minerale. Le ostriche tonde sono le più pregiate perchè hanno un gusto più delicato e meno forte rispetto alle ostriche concave. Per mantenere intatte le proprietà benefiche, questi molluschi devono essere freschissimi, vivi e mobili al momento dell’apertura della conchiglia. Il granchio è un pregiato crostaceo la cui polpa è ricca di acqua, proteine e sali minerali, tra cui selenio, fosforo, sodio, potassio e zinco. Va consumato freschissimo, acquistato ancora vivo e privo di macchie scure sulla corazza e va fatto bollire in acqua o nel brodo di pesce solo per pochi minuti affinchè rimangano intatte le innumerevoli proprietà nutritive.

Tutti gli alimenti ricchi di magnesio

Tratto da I 10 alimenti più ricchi di magnesio: il magnesio è coinvolto in tante reazioni cellulari. Svolge un’azione essenziale nella costruzione del dna e nella produzione di energia. Contribuisce allo sviluppo del tessuto delle ossa, alla produzione di ormoni e neurotrasmettitori. Inoltre il magnesio è importante anche per la regolazione della pressione arteriosa e svolge un’azione di primaria importanza nel metabolismo dei lipidi e delle proteine. Al seguito il dettaglio sugli alimenti più ricchi di magnesio:

  • Il cioccolato, i fichi, l’amaranto sono ricchi anche di magnesio e fichi e amaranto li abbiamo visti in dettaglio prima, perchè sono anche alimenti ricchi di calcio o ferro (l’amaranto contiene calcio e anche ferro), mentre il cioccolato l’abbiamo visto in alimenti ricchi di potassio e ferro e relativa foto
  • I semi di zucca: il magnesio presente in abbondanza aiuta a rilassarsi specialmente nelle giornate faticose. Possono essere utilizzati nelle insalate, per arricchirle, oppure si possono gustare come snack. Contiene anche ferro, come abbiamo letto sopra nel capitolo “alimenti ricchi di calcio”
  • I germogli di soia si possono aggiungere anche crudi ai piatti preferiti. Sono in grado di apportare al nostro corpo tanti benefici, perché abbondano di sali minerali
  • I datteri dovrebbero essere inclusi nella nostra alimentazione quotidiana. Infatti essi possono essere considerati uno spuntino saporito, da consumare anche prima di impegnarsi nell’attività fisica. Inoltre stimolano il sistema immunitario e frenano la pressione alta. La ricerca mostra che contengono antiossidanti che impediscono danni alle cellule. Hanno rilevato che i datteri contengono alti livelli di polifenoli, un antiossidante che contribuisce a ridurre il tasso mortalità del cancro. benefit datteriI datteri contengono anche alti livelli di potassio, che è noto per prevenire la pressione alta, e manganese, rame e selenio, che possono stimolare il sistema immunitario.
  • La frutta secca fa bene per le sue proprietà nutritive e i benefici che apporta. Soprattutto le mandorle, le nocciole e le noci costituiscono un’altra ottima fonte di magnesio. Nello specifico può stimolare i processi mentali, come quelli relativi alla memoria e all’attenzione. Inoltre questa frutta aiuta ad affrontare lo sforzo fisico, evitando i crampi muscolari
  • L’aneto si può utilizzare come aroma da mettere nel sugo della pasta o nei contorni di verdure. La caratteristica fondamentale posseduta dal magnesio contenuto in questa pianta aromatica risiede nella possibilità di essere facilmente assimilabile
  • la fragola : questo frutto contiene anche acidi grassi e iodio ed è ricco di Vitamine B2, B5, B6, K, rame, calcio, magnesio (grande il suo contenuto), ferro, zinco, potassio. Aiuta a prevenire il declino delle facoltà motorie e cognitive, che comunemente si associano al’invecchiamento e particolarmente al disturbo dell’Alzheimer
  • Gli spinaci: per soddisfare il fabbisogno giornaliero di magnesio sono ottimi anche gli spinaci, che sono abbondanti anche di vitamine, di calcio e di potassio e contribuiscono a mantenere in efficienza il nostro organismo.
  • Il riso come fonte di magnesio, bisogna tenere conto che va considerato soltanto quello integrale. I cereali integrali, in generale, sono fondamentali per introdurre nel nostro corpo questo sale minerale. Altre informazioni le trovi nell’articolo La lista completa dei cereali e loro proprietà
  • Fra i legumi ricchi di magnesio ci sono i ceci (che abbiamo visto in alimenti ricchi di potassio) e fra gli ortaggi la carota è ricca di magnesio e di calcio (come abbiamo letto sopra nel capitolo “alimenti ricchi di calcio”)
  • I piselli rappresentano un’ottima fonte di magnesio. Si possono mangiare freschi in primavera e in estate e secchi durante l’inverno.
  • I carciofi vanno bene soprattutto come contorno da consumare a pranzo. In questo modo ci possiamo assicurare quella dose di magnesio sufficiente, che può servire da riserva per il pomeriggio da dedicare al lavoro o allo sport.
  • Il ravanello è perfetto per essere inserito all’interno di una dieta sgonfiante. Questo ortaggio è costituito per la maggior parte da acqua, che stimola la diuresi e contribuisce a drenare le tossine e i liquidi in eccesso. Questa radice è ricca di vitamine del gruppo B e della C. Inoltre abbonda di magnesio
  • L’amaranto è in natura privo di glutine, presenta un profilo completo per quanto riguarda il contenuto di aminoacidi, è ricco di calcio e contiene elevate quantità di ferro (come abbiamo letto prima), ma anche di fosforo e di magnesio. Molto elevato anche il suo contenuto di fibra. Può essere considerato un alimento altamente digeribile.

Tutti gli alimenti a basso indice glicemico

Tratto da Alimenti a basso indice glicemico: l’indice glicemico consiste nella capacità dei carboidrati di aumentare il livello di glucosio nel sangue. In linea di massima, sarebbe essenziale scegliere di consumare prodotti integrali, messi a punto con farine non raffinate. In questa maniera si può evitare che la glicemia aumenti eccessivamente, con la possibilità di danneggiare il pancreas, di rallentare il metabolismo e di fare incorrere nel sovrappeso. In gravidanza, basandosi sui carboidrati a basso indice glicemico, si può ridurre il rischio di prendere troppo peso, non esponendosi all’ipertensione, al diabete e avendo l’opportunità di ritornare velocemente in forma dopo il parto. Una dieta a basso indice glicemico consentirebbe di controllare l’appetito e il peso ed è utile soprattutto per i diabetici. I cibi vengono assorbiti in maniera lenta e danno un più lungo senso di sazietà, spingendo quindi a non abbuffarsi. Al seguito quindi un elenco di cibi a basso indice glicemico, per sapervi regolare ed evitare le conseguenze del diabete: fra gli alimenti da mangiare, in quanto hanno un indice glicemico basso, ci sono

  • il latte magro, quello di soia e lo yogurt: esso contiene fermenti che producono acido acetico e propionico, i quali nel fegato regolano la produzione di glucosio e di colesterolo.
  • Da non sottovalutare la curcuma, perché, secondo differenti ricerche, il suo principio attivo, la curcumina, contribuisce a tenere sotto controllo il diabete di tipo 2, vedi dettaglio più avanti nel capitolo “alimenti alcalinizzanti”.
  • E poi ancora i legumi, in particolare lenticchie e fagioli bolliti.
  • Per quanto riguarda la frutta, mele, pere e prugne, ma non sono da dimenticare le arance, che, grazie alle fibre contenute nella parte bianca sotto la buccia, intervengono nel controllare l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi, prevenendo il diabete.
  • Lo stesso vale per il salmone, tramite il suo apporto di omega 3, efficaci anche contro le malattie che interessano l’apparato cardiocircolatorio. Infatti sia il salmone che il tonno sono dei pesci ricchi di omega 3. Questi ultimi agiscono sui livelli di leptina, la cui azione è collegata alla possibilità di avere un metabolismo più o meno accelerato. Ecco perché bisognerebbe che essi non mancassero mai sulla nostra tavola. Inoltre questi pesci contengono arginino, una sostanza che riesce a prolungare la sensazione di sazietà.

Il pasto perfetto

Tratto da Il menu perfetto: il pasto perfetto esiste veramente. In tutto il mondo si parla sempre della necessità di seguire regolarmente un’alimentazione giusta e calibrata. Ma tra tutti i tipi di diete e di consigli, che gli esperti costantemente presentano, ci sarà sul serio il pasto perfetto, ossia quello sano, caratterizzato dal giusto dosaggio di nutrienti, quindi di vitamine, proteine, sostanze che aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari, l’ipertensione e riducono il colesterolo. Secondo uno studio britannico il menù perfetto esiste e sarebbe stato proprio lui a stilarlo. Si potrebbe pensare che sia un pasto simile alla classica dieta mediterranea (considerata attualmente l’alimentazione più sana e completa), in realtà questo menù, protagonista della ricerca, ha ben poco di mediterraneo. Allora da cosa è caratterizzato? Quali sono allora i cibi che caratterizzano questo menù perfetto secondo gli studiosi londinesi? Il primo piatto è costituito da del salmone fresco o affumicato, con del pane integrale caratterizzato da alte quantità di cereali, accompagnato da un’insalatina condita con olio d’oliva. Dopo di che il secondo piatto ideale sarebbe costituito da pollo e lenticchie unito ad un’insalatina di verdure cotte; come ultima idea si parla del dessert: un budino di yogurt ricoperto di noci e caramello dolcificato. Sino a qui oltre ad essere un pasto salutare e nutriente sembrerebbe anche molto buono. E per spezzare la fame durante il giorno? Gli studiosi suggeriscono cioccolata calda, ma anche frutti di bosco, molta acqua (almeno 2 litri al giorno) e chewing gum senza zucchero allo xilitolo. Come si può immaginare i nutrienti che costituiscono questo pasto ideale sono considerati “perfetti” per le sostanze che contengono.

  • Il salmone contiene omega 3 (per contrastare il colesterolo alto);
  • il pane integrale, invece, acido folico (utile per le donne incinte e anche per il cervello);
  • le lenticchie contengono acido pantotenico (ideale per ridurre lo stress e la stanchezza);
  • le proteine (importanti per la massa muscolare)sono contenute nel pollo.

Ognuna di queste sostanze ha delle proprietà utili per la salute. È anche vero, che secondo esperti italiani, studiosi della dieta mediterranea, anche quest’ultima è caratterizzata da alimenti contenenti questi nutrienti. Ecco perché la scoperta del gruppo londinese secondo altri scienziati non è poi così tanto eclatante.

Non bisogna mai esagerare con il consumo della carne, però questo cibo ha un contenuto proteico in grado di svolgere un potere saziante notevole. In particolare è una proteina che esercita questa azione. Tra l’altro non dobbiamo dimenticare che, costringendo a masticare di più, lascia tempo al cervello di reagire ai segnali di sazietà. Se mangiare troppa carne fa male, determinando possibili conseguenze, è importante comunque considerare questo cibo per restare sazi più a lungo e considerare alimenti alternativi aventi le stesse proprietà della carne, utilizzando però la soia

Alimenti alcalinizzanti

Tratto da Alimenti alcalinizzanti: il funzionamento dell’organismo è basato su un rapporto acido-basico. Se l’ambiente in cui vivono le cellule del corpo diventa molto acido, il ph si altera e si incorre in fenomeni che in generale vengono chiamati malattie da degenerazione cellulare. Si tratta soprattutto di patologie cardiovascolari e di disturbi infiammatori cronici, che possono essere più o meno gravi. La dieta alcanizzante consigliata, secondo i fautori di questa teoria, è quella che vuole fare in modo che si raggiunga un equilibrio fra acidità e basicità. Non si tratta di eliminare gli alimenti acidificanti, ma di raggiungere una situazione di compensazione, visto che i cibi alcalinizzanti eviterebbero che nel nostro organismo si formino eccessivamente gli acidi. L’alimentazione è in sostanza fondamentale per garantire il nostro benessere. Gli alimenti alcalinizzanti servirebbero a mantenere il nostro organismo in uno stato di equilibrio. Il tutto si basa sulla concezione, secondo la quale la maggior parte delle malattie sia causata dall’alterazione del nostro ph, che tenderebbe in direzione dell’acidità. Questa condizione si verrebbe a verificare in seguito all’assunzione di cibi dall’azione particolarmente acidificante. Sarebbe quindi uno squilibrio della dieta alla base di varie patologie. Lo squilibrio deve essere compensato attraverso l’assunzione di particolari prodotti alimentari. Vediamo nello specifico di che cosa si tratta. Gli alimenti da scegliere sono quelli che sono ricchi soprattutto di alcuni sali minerali, come il magnesio, il potassio, il calcio e il sodio. In questo senso è particolarmente indicata l’uva, che trova particolare applicazione nell’ambito di diete disintossicanti. Alcuni cibi sembrerebbero apparentemente acidi, ma in realtà non è così. E’ il caso, per esempio, del limone, che, a differenza di quanto possa sembrare, è uno dei più efficaci alimenti alcalinizzanti e viene consigliato per prevenire i calcoli renali (Il limone è ricchissimo di vitamina C. Questo frutto ha proprietà depurative e disintossicanti e, assumendolo regolarmente, specialmente al mattino quando si è digiuni, aiuta a regolarizzare l’intestino). benefit limoneTratto dall’articolo  Bere acqua e limone la mattina fa bene: quando ci svegliamo la mattina possiamo provare a iniziare la giornata semplicemente con una tazza di acqua tiepida e limone, prima di fare colazione. Questo semplice mix corrisponde ad una “doccia interna” per il nostro corpo. Vediamo nel dettaglio i benefici che porta all’organismo una tazza di acqua e limone: I benefici di questa bevanda sono numerosi. Di seguito sono elencati i più importanti

  • 1.Rafforza il sistema immunitario: I limoni sono ricchi di vitamina C e di potassio, che stimola le funzioni cerebrali e nervose. Il potassio aiuta anche il controllo della pressione arteriosa. Il succo di limone è ricco di vitamina C, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario contro raffreddore e influenza. Inoltre, contiene anche ferro, altro importante nutriente. Il limone, in più, migliora la capacità di assorbire il ferro dal cibo che si mangia. I limoni hanno proprietà antibatteriche e antivirali. Aiutano quindi a combattere l’influenza e il raffreddore e a lenire il mal di gola. Chi assume questa bevanda ogni giorno avrà comunque meno probabilità di soffrire di questi disturbi. I limoni hanno la proprietà di eliminare l’acido urico dalle infiammazioni. Gli accumuli di acido urico sono tra le principali cause di infiammazione.
  • 2. Bilancia il PH: Bere acqua di limone ogni giorno riduce l’acidità totale del vostro corpo. Il limone è uno degli alimenti più alcalini. Sì, il limone ha acido citrico, ma non crea acidità nel corpo una volta metabolizzato.Anche se i limoni hanno un sapore amaro, sono tra le migliori fonti alcalinizzanti in natura. Troppa acidità può causare infiammazione, obesità e malattie gravi come cancro, diabete e Alzheimer. Gli antiossidanti del limone non solo proteggono la pelle dall’invecchiamento, ma riducono anche il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro. Difatti, essi sono potenti nel neutralizzare gli acidi e il cancro ama crescere in un ambiente acido. Alcalinizzare il corpo può rallentare la crescita delle cellule tumorali o rappresentare una grande modalità di prevenzione.
  • 3. Aiuta la perdita di peso: I limoni sono ricchi di fibre di pectina, che aiutano a combattere la fame. È stato anche dimostrato che le persone che hanno una dieta più alcalina perdono peso più velocemente. Anche se da soli acqua e limone non possono compiere alcun miracolo, sicuramente aiutano a raggiungere dei risultati più rapidi e a lungo termine. I limoni aiutano a combattere gli attacchi di fame, accelerano il metabolismo e danno la sensazione di sazietà, rendendo meno probabili gli spuntini tra i pasti.
  • 4. Aiuta la digestione: Incoraggia il fegato a produrre la bile, che è un acido che è richiesto per la digestione. La digestione risulta efficiente e si riducono il bruciore di stomaco e la costipazione. Il succo di limone ha una struttura simile ai succhi del nostro stomaco e aiuta a sciogliere ed eliminare le tossine che si trovano nel tratto digestivo. Il succo di limone contribuisce ad alleviare i sintomi dell’indigestione, il bruciore allo stomaco e il gonfiore. Aiuta anche l’attività intestinale al mattino, idrata il colon, stimola la produzione della bile e ammorbidisce le feci.
  • 5. È un diuretico: limoni aumentano il tasso di minzione nel corpo, che aiuta a purificare. Le tossine sono, pertanto, rilasciate in modo più veloce per aiutare a mantenere la salute del tratto urinario. I limoni aiutano il corpo a eliminare le tossine, evitando i danni alle cellule, ai tessuti e agli organi. Stimolano il fegato a produrre più enzimi e a lavorare in modo più efficiente. Il succo di limone funge da diuretico per mantenere il tratto urinario libero dalle tossine e può anche modificare il pH, scoraggiando la crescita di batteri. Tutto ciò risulta molto utile a tutte le persone che soffrono spesso di infezioni delle vie urinarie. Come detto prima, poi, il limone disintossica anche il tratto digerente e il colon. 
  • 6. Pulire la pelle: Il componente di vitamina C aiuta a diminuire le rughe e imperfezioni. Acqua di limone elimina le tossine dal sangue e aiuta a mantenere la pelle chiara. In realtà, può essere applicato direttamente sulle cicatrici per ridurre il loro aspetto. I limoni sono una fonte ricca di antiossidanti, che prevengono i danni causati dai radicali liberi. Questi sono responsabili dell’invecchiamento prematuro della pelle. La vitamina C aiuta a mantenere l’elasticità della pelle e previene la formazione di rughe, oltre a diminuire la presenza delle macchie.
  • 7. Rinfresca l’alito: Non solo questo, ma può aiutare ad alleviare il dolore e gengiviti. L’acido citrico può erodere lo smalto dei denti, quindi questo deve essere controllato molto bene. Consigliamo quindi di risciacquare a fondo con acqua dopo averlo bevuto o di lavare i denti. I limoni rinfrescano l’alito e combattono i batteri della bocca. Anche se i limoni sono ottimi per l’igiene orale, è bene evitare di berne il succo non diluito. L’acido citrico può infatti erodere lo smalto dei denti. Per precauzione, anche la bevanda sarà bene consumarla ricorrendo ad una cannuccia.
  • 8. Allevia i problemi respiratori: acqua calda limone aiuta a sbarazzarsi di infezioni polmonari e fermare la fastidiosa tosse. Acqua e limone aiutano a ridurre la formazione del catarro. Le persone che bevono latte di mucca sono spesso molto più sensibili e producono molto muco. Iniziare la giornata con acqua e limone aiuta a ridurre il muco se non si è pronti ad abbandonare i latticini
  • 9. Aiuta contro la disidratazione: Una tazza di acqua e limone al mattino previene la disidratazione e la cosiddetta fatica cronica o fatica surrenale. Quando il corpo è disidratato, o profondamente disidratato (fatica surrenale) non può svolgere tutte le sue funzioni in modo appropriato, e questo porta ad accumuli di tossine, stress, costipazione, e tutta una serie di altri disturbi. Rimanere idratati è molto importante. L’acqua naturale va benissimo, ma molte persone non si sentono soddisfatte con questa e quindi non bevono abbastanza. Il limone entra qui in gioco per migliorare sia il sapore che la situazione. Acqua e limone sono efficaci non solo la mattina, ma vanno bene anche se consumati durante la giornata per restare idratati.
  • 10. Aiuto a eliminare il caffè: Dopo aver preso un bicchiere di acqua calda limone, la maggior parte delle persone suggeriscono che non hanno alcun desiderio di caffè al mattino. Molte persone diminuiscono l’assunzione di caffeina sostituendo il caffè mattutino con acqua tiepida e limone. Questo permette di sperimentare una spinta di energia molto simile anche senza il caffè. Acqua e limone danno una spinta immediata alla giornata e migliorano l’umore.”
  • Aumenta la funzionalità cerebrale
    Gli elevati di potassio e magnesio della bevanda mostrano effetti benefici sulla salute nervosa e del cervello. Acqua e limone possono anche aiutare a contrastare stress e depressione. Schiarisce la mente e migliora la concentrazione, rendendola un’ottima bevanda per chi studia o per le persone con un lavoro impegnativo e stressante.
  • Tratto da I benefici del bere acqua e limone la mattina e da Cosa accade nel tuo corpo se bevi acqua e limone

In generale tutti i vegetali sono alcalinizzanti. Per questo andrebbe promosso il consumo di frutta e verdura e in particolare quello di ortaggi come gli spinaci, la lattuga, i cavolfiori, le carote, il sedano, i cetrioli e i ravanelli. I cereali in generale non rientrerebbero in questa categoria, tranne alcuni: il miglio, l’amaranto e la quinoa. benefici quinoaCi sono poi alcuni condimenti che vengono utilizzati nella preparazione dei cibi. Si tratta di salvia, rosmarino, peperoncino, zenzero, curry e semi di cumino:.

  • Il prezzemolo non servirebbe soltanto per dare un sapore più intenso al cibo, ma è ricco di nutrienti essenziali come ferro e vitamina K, oltre che di antiossidanti. Inoltre costituisce uno dei rimedi naturali più efficaci contro l’alitosi.
  • Il rosmarino può inibire lo sviluppo dei tumori alla pelle e alla mammella e inoltre fa aumentare l’attività degli enzimi che disintossicano il corpo. Il rosmarino secco è ideale da usare in cucina, ma non si deve sottovalutare il suo impiego anche come rimedio naturale, soprattutto contro il mal di testa e contro la cellulite. I rametti e le foglie hanno la capacità di stimolare l’appetito e la digestione, sono carminativi e riescono a stimolare il sistema nervoso, il fegato e la cistifellea. Si possono fare anche degli infusi per gargarismi e, se aggiunto all’acqua del bagno, riesce a tonificare la pelle.
  • Le proprietà curative dell’origano sono note, si tratta di proprietà analgesiche, antisettiche, aiuta ad alleviare i dolori intestinali e favorisce la digestione.
  • Proprietà dello zenzero: le proprietà benefiche dello zenzero sono innumerevoli, i suoi principi attivi sono infatti estremamente utili per curare e prevenire molte malattie. Per usufruire di questi benefici e delle sue proprietà nutrizionali si dovrebbe assumerne una quantità compresa tra i 10 e i 30 grammi al giorno, aggiungendololo preferibilmente fresco ai piatti della nostra cucina. Innanzitutto il suo utilizzo è vivamente consigliato per prevenire e curare tosse e raffreddore grazie ai principi attivi del suo rizoma carnoso quali zingiberene, gingeroli, resine e mucillagini. Lo zenzero è inoltre utilissimo per rendere i cibi più digeribili e disintossicare l’organismo, per alleviare nausea e vomito, per stimolare la sudorazione grazie al suo effetto termogenico e per lenire i dolori muscolari dovuti a particolari sforzi. Secondo diversi studi è anche uno dei dieci alimenti con maggiore funzione protettiva anti-cancro, utile soprattutto contro il tumore al colon retto. E’ consigliabile farne uso anche nel caso si segua una dieta dimagrante dato che aiuta a bruciare più velocemente le calorie, in questo caso basta masticare un pezzetto di radice fresca più volte al giorno senza rischio di controindicazioni. In caso di influenze è sufficiente aggiungerne un pizzico alla tisana per contrastare il senso di congestione tipico dello stato febbrile. benefit zenzeroControindicazioni: nonostante nella maggior parte dei casi non vi siano importanti controindicazioni nell’uso dello zenzero, è possibile talvolta accusare alcuni sintomi quali diarrea e acidità di stomaco, inoltre se lo si applica sulla pelle possono comparire irritazioni. In gravidanza è solitamente sconsigliato in quanto ritenuto nocivo per il corretto sviluppo del feto. Dev’essere evitato anche dai diabetici, da chi ha il sangue troppo fluido e da coloro che utilizzano farmaci per la pressione e medicinali anticoagulanti onde evitare la comparsa di ematomi e perdite di sangue. Tratto da Zenzero proprietà benefiche e controindicazioni
  • Curcuma: si tratta di una spezia ricavata da una pianta erbacea tipica dell’Asia, che si può usare anche per preparare ottime ricette. La curcuma ha delle proprietà benefiche da non sottovalutare, visto che è antinfiammatoria, antisettica e antibatterica ed anche un grande potere nutritivo. benefit curcumaLa curcumina è il principale ingrediente attivo nella curcuma, ma il suo contenuto non è molto elevato. La maggior parte degli studi scientifici su questa spezia utilizzano estratti di curcuma che contengono principalmente curcumina, ma con dosaggi di solito superiori a 1 grammo al giorno. Sarebbe molto difficile raggiungere questi livelli usando solo la curcuma nei vostri alimenti: occorrerebbe consumare un estratto che ne contenga quantità significative. Inoltre, la curcumina viene scarsamente assorbita dall’organismo, ma per ovviare a questo problema basta assumerla con pepe nero, oppure con olio dal momento che è liposolubile. La curcuma è una sola spezia, mentre il curry è un misto di spezie e tra queste c’è la curcuma, che dà il tipico colore giallastro al curry, infatti la crucuma e’ una spezia dal brillante colore giallo mentre il curry e’ una miscela di spezia che contine anche della curcuma (e’ quella che la rende gialla). Tratto da Benefici della curcuma

L’alimentazione contro la ritenzione idrica

Tratto da La dieta contro la ritenzione idrica: il ristagno dei liquidi nel nostro corpo (ritenzione idrica) è proprio esso il responsabile di quei gonfiori antiestetici, che mettono a rischio la nostra prova costume. Invece di passare ore ed ore in palestra, affaticandoci in pesantissimi esercizi, proviamo a rimediare con una dieta per dimagrire pancia, gambe e cosce. E’ essenziale depurare il fegato naturalmente con gli alimenti detox, per eliminare le scorie e le tossine, che causano i ristagni dei liquidi. Ci sono alcuni alimenti che ci possono aiutare, ad esempio la frutta. Frutti di bosco, anguria, ananas sono importanti perché riescono a migliorare la circolazione sanguigna grazie all’azione delle antocianine, sostanze di cui questi frutti sono abbondanti. Da non dimenticare nemmeno il pomodoro, il sedano e il limone. Per esempio sarebbe un vero toccasana, appena svegli, bere un bicchiere di acqua tiepida con il succo di limone, come abbiamo letto in precedenza. E’ noto che la cellulite può essere combattuta con gli agrumi e per questo motivo essi non dovrebbero mancare mai sulla nostra tavola. Molto utili sono anche i probiotici, per ridurre il gonfiore e per riequilibrare la flora batterica intestinale, in modo da espellere più facilmente le tossine. Gli alimenti ricchi di fibre contrastano la stitichezza, anch’essa spesso causa di gonfiore. Molto importante è avere cura di assumere abbastanza potassio, perché proprio la carenza di questo minerale può favorire la ritenzione idrica. Nella nostra alimentazione devono perciò trovare spazio anche le banane, le mandorle, le patate e il succo di prugna. Leggi anche l’articolo Dimagrire la pancia: dieta, esercizi e consigli.

  • La scorzonera, chiamata anche asparago d’inverno, è ricca di vitamine B2, B6, A e C. Contiene molti sali minerali, soprattutto potassio, calcio e fosforo, e può essere consumata da chi segue un regime ipocalorico. E’ un ortaggio ad alto contenuto di fibre e per questo è in grado di regolare il transito intestinale. Il decotto di questa radice è utilizzato per rimediare ai disturbi alle vie urinarie.
  • Il tè verde: Anche il tè verde contribuisce a far dimagrire più rapidamente. Il merito è da attribuire ad una sostanza in particolare, che esso contiene. Si tratta del gallato di epigallocatechina. Quest’ultimo fa funzionare più velocemente il sistema cerebrale e quello nervoso in generale. In questo modo viene aumentata la combustione delle calorie.

I diuretici sono delle sostanze che aiutano l’espulsione di urina e sono quindi ottimi in caso di gonfiore e di ritenzione idrica. La caffeina ad esempio è un importante diuretico naturale ed è presente in bevande come il caffè ma anche il tè verde, un vero alleato per il benessere e la salute. Attenzione però perchè esagerare con i diuretici può comportare dei problemi seri per la nostra salute e causare uno scompenso del bilancio idrico dell’organismo, con conseguente nausea, crampi, ipotensione e anche collasso cardiocircolatorio. Il consiglio è quindi quello di affidarsi ai diuretici naturali ricchi di acqua, potassio, vitamina C e vitamina B6. Ottimo anche il sedano che è ricco di potassio, calcio, fosforo, magnesio e selenio, vitamine C ed A. Da non dimenticare l’ananas, che depura l’organismo e favorisce la diuresi, l’estratto di betulla, che combatte il ristagno di liquidi, il carciofo, che stimola la funzionalità epatica e renale, il cetriolo, che oltre a rinfrescare ha anche grandi capacità depuranti e diuretiche. Tra i diuretici naturali troviamo anche la cipolla che aiuta la produzione di urina, il finocchio, che aiuta a eliminare le scorie, da consumare fresco o anche sotto forma di tisana, le mele, l’ortica, che migliora la funzionalità renale e il tarassaco, un vero toccasana per la depurazione naturale dell’organismo. I diuretici naturali solitamente vengono utilizzati in condizioni di gonfiore ma anche da chi desidera dimagrire in tempi molto brevi: attenzione però perchè la perdita di peso è dovuta alla perdita di acqua e non di grasso. Attenzione poi ad abbinare un’attività sportiva molto intensa con un massiccio utilizzo di diuretici: già con lo sport infatti si perdono molti liquidi che devono essere reintegrati per evitare uno scompenso nel fisico. Sono invece da evitare tutti gli alimenti con un’elevata presenza di sodio tra cui ricordiamo certamente i cibi fritti o arrosto, carni grasse, formaggi grassi, pizza, cioccolato e dolciumi industriali, bevande gassate, alcolici e superalcolici. Tratto da Alimenti diuretici naturali

benefiici miele-cannellaAppunti di Mirco

Leggi anche l’articolo Alimentazione sana contro i tumori

 
Annunci

Un pensiero su “Alimenti fondamentali per la salute

  1. Pingback: Ecco perchè ci possiamo ammalare | Le Recensioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...