Film “La famiglia Belier” 2015

Il film di Pasqua 2015: La famiglia Belier

famigliaBelierE’ uscito nelle sale, da qualche giorno, un film francese, il cui trailer è molto invitante. Ho avuto modo di leggere la recensione di chi c’è già stato, che mi spingono ad andarlo a vedere:

film “La famiglia Belier” 2015, recensione al film di Cinzia Malaguti

Altre informazioni le trovi qui sotto:

“La famiglia Belier” da pagnaaq.it

Sono andato a vederlo anche io per Pasqua. Il regista è Eric Lartigau e dirige un film divertente e positivo, in particolare la scena al mercato dove la protagonista (Louane Emera (premio César come miglior attrice emergente dell’anno), aiuta il padre e la madre sordomuti (i genitori interpretati da François Damiens e Karin Viard) a vendere i prodotti che producono e, durante l’incontro con il candidato sindaco, il padre della protagonista dà il benvenuto, ovviamente con gesti che fortunatamente il candidato sindaco non capisce, che la protagonista traduce in modo differente perché sarebbero troppo offensivi; il padre poi lo sfiderà alle elezioni per rivendicare condizioni migliori, anche con la scena dell’intervista televisiva, da vedere perchè è da qui che il film si evolve con la scelta della protagonista, che deve scegliere tra la famiglia e il canto: commovente il finale durante l’audizione, che i genitori finalmente approvano e l’accompagneranno assistendo così all’esecuzione della canzone di Michel Sardou, dal titolo “il volo” (in onore alla vita) con testo italiano sottotitolato, che la protagonista recita con i gesti permettendo ai genitori, presenti all’audizione, di ascoltare e sarà poi libera di spiccare “il volo” dalla terra natia seguendo la propria vita e i genitori coroneranno i loro sogni. Un film da vedere per comprendere cosa significa non sentire: infatti ad un certo momento del film l’audio nella sala sparisce e così il pubblico presente, che assiste al film, si rende conto cosa significa vedere senza sentire. Un film molto coinvolgente. Il film trasmette anche un nuovo slang con gesti, che sarà molto utilizzato da giovani e adulti. Ecco la colonna sonora del film: “Je vole” di Michel Sardou

Buona Visione

Mirco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...