Visita alle cantine di Modena e non solo

Eventi in Emilia: Expo 2015 – mostre collaterali di slow food e fast cars

discover-ferrari-pavarotti-land10Dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 è possibile visitare i musei e le cantine e i caseifici più importanti di Modena:

Caseificio Bio Hombre e museo Panini Motor Museum: “Azienda Agricola dedicata alla produzione di Parmigiano reggiano D.O.P. biologico, include una delle più complete collezioni di maserati storiche raccolte da Umberto Panini. In pochi passi si scoprono secoli di arte gastronomica e di grande meccanica”.

Caseificio 4 Madonne dell’Emilia: da Lesignana appena fuori Modena sulla strada per Carpi, “Produce 70.000 forme di Parmigiano reggiano D:O.P. biologico”. Leggi in proposito l’articolo Come si fa il Parmigiano Reggiano. Se volete visitare il Caseificio 4 Madonne a Lesignana di Modena, scrivete a turismo@caseificio4madonne.it oppure telefonate allo 059.849468.

Casa Museo di Luciano Pavarotti: “la ‘Casa Rossa’, che fù residenza di Luciano Pavarotti, conservata con amorevole cura dalla moglie Nicoletta, è oggi Museo multimediale dedicato alla memoria del Grande Tenore: al suo interno costumi, cimeli e le note delle indimenticabili interpretazioni”

Acetaia Giusti Balsamico: “dal 1605 la più antica e premiata azienda famigliare dedicata alla produzione di Aceto Balsamico di Modena. La visita e degustazione guidata permetterà di scoprire profumi e segreti di una nobile tradizione tramandata da generazioni”

Acetaia Malpighi Balsamico: “un percorso educativo alla scoperta dei segreti e delle tecniche produttive dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P., grazie alla visita delle antiche acetaie e alla degustazione guidata presso lo show-room della Collection Malpighi”.

Museo Enza Ferrari (MEF): “più di un museo, una spettacolare ‘macchina del tempo’. Due gli spazi: l’officina dove nacque Enzo, Museo dei motori e garage per Ferrari da competizione. In più uno spettacolare padiglione dove, tra le Ferrari, si può assistere a filmati sulla storia di Enzo e di Luciano Pavarotti” e le migliori Maserati.

Maranello: Museo Ferrari (vedi recensione di cui sopra): “le Formula 1, i modelli celebri e le storie della Ferrari in un percorso sempre diverso. In più, la possibilità di guidare sul simulatore semiprofessionale o di misurarsi nel cambio gomme. Il museo per vivere il sogno che, quest’anno, presenta una mostra inedita: Ferrari, genio e misteri”.

Cantine Cleto Chiarli (inizio recensione): nella foto sotto l’ingresso dello stabile, “fondata nel 1860, è la più antica Casa Vinicola dell’Emilia-Romagna. Da 5 generazioni condotta dalla famiglia Chiarli, Cleto Chiarli è oggi marchio leader in Italia e all’estero del Lambrusco di qualità. Visite guidate ai vigneti e alla cantina”

cantina ChiarliNella foto sotto altra panoramica dello stabile: in lontananza si intravedono le vigne alte di Grasparossa

vigneti e zona assaggiCi hanno fatto visitare la cantina e la zona di produzione, dalla pigiatura dell’uva (che avviene con macchinari automatici, il cui mosto ottenuto viene trasferito tramite tubazioni in acciaio inox in uno dei tanti serbatoi della foto sotto: una volta raggiunto uno dei livelli di fermentazione, avviene il trasferimento in un’altro serbatoio fino all’imbottigliamento. Maggiori informazioni le trovi nell’articolo Le fasi della produzione del vino

serbatoi di fermentazione cantina Chiarli

serbatoi di fermentazione cantina Chiarli

Alla fine della visita ci hanno fatto assaggiare il Pignoletto di loro produzione, che si differenzia da quello prodotto a Bologna per il sapore più dolceassaggio pignolettoil Lambrusco Grasparossa di loro produzione, è buonissimo

assaggio lambruscoAntica Cantina Gavioli e Museo (segui la recensione): nella foto sotto il vasto negozio di Nonantola (MO) con i marchi del Gruppo: Gavioli di Reggio Emilia, Donelli di Gattatico (FC), Giacobazzi di Nonantola (MO). “Dal 1794 la famiglia Giacobazzi si dedica alla produzione di Lambrusco nel rispetto della più nobile tradizione, con marchi Gavioli, Donelli e Giacobazzi. Bellissimo il vasto e ricco museo del vino e una grande sala con le Formula 1 di Villeneuve e senna, trofei e memorabilia” con vari macchinari per la produzione del vino, provenienti da tutto il mondo, anche del 1800.

produzione GavioliAbbiamo visitato il Museo, curato dal Proprietario Giacobazzi, con le varie attrezzature che si utilizzavano in passato, che infatti il Proprietario Giacobazzi collezionava assieme alle vetture Formula 1 di Villenueve e Senna  utilizzate negli anni 70 e 80 , da Ferrari e Williams Renault, pubblicizzate Giacobazzi-Lambrusco Modena ( e all’epoca cedute a Giacobazzi come ringraziamento per la sponsorizzazione che fornì alla Ferrari e Williams)

succo di uva con pescaGavioli produce anche un succo di uva, senza zuccheri aggiunti, con l’aggiunta di Pesca oppure la Mela o i Frutti di Bosco e abbiamo potuto assaggiare il Lambrusco di Sorbara affinato bianco di Loro produzione. A Nonantola c’è anche l’Abbazia “fondata nel 756, è uno dei maggiori esempi di arte romanica del nord Italia. Conserva opere d’arte religiosa di grande valore artistico e custodisce oltre 4500 pergamene che racchiudono la storia mediovale del Sacro Romano Impero”.

Prossima tappa i Caseifici di Modena

Buon Assaggio

Mirco

Annunci

4 pensieri su “Visita alle cantine di Modena e non solo

  1. Pingback: Le fasi della produzione del vino - Esperienziando Vitae

  2. Pingback: Expo 2015 in FieraMilano a Rho | Le Recensioni

  3. Pingback: Visita guidata ai caseifici di Modena | Le Recensioni

  4. Pingback: Caseificio BioHombre, non solo Parmigiano | Le Recensioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...