In centro a Bologna

Luoghi in Emilia: Bologna

bolognaNei weekend e festivi a Bologna c’è vita: vedi foto sopra di copertina sopra e sotto

beppe manigliaPotete assistere all’intrattenimento musicale di Beppe Maniglia (foto sopra) ma anche all’esibizione di altri musicisti presenti nell’area universitaria, che mi accingo ad attraversare per raggiungere e visitare il museo antropologico del cibo, curata dall’Università e visitabile fino al 31 maggio 2016, con la Storia di cibo tra Paleolitico e Neolitico che hanno segnato “i cambiamenti alimentari nel corso del tempo attraverso una documentazione insolita: ossa e denti umani che per centinaia di migliaia di anni sono pressochè gli unici documenti che possono raccontare la storia dell’uomo che circa 10.000 anni fa attua la più grande rivoluzione. Tutti noi oggi siamo eredi di quei cambiamenti. Da lì siamo partiti per arrivare oggi alle nuove transizioni tecnologiche. Ci sono cibi antichi e cibi moderni, cibi consueti e cibi insoliti, cibi consentiti e cibi proibiti, cibi sani e cibi dannosi alla salute, cibi semplici e cibi trasformati, ma tutti ricavati da piante, semi, radici, tuberi, terra, piccoli e grandi animali”.

negozi apertiHo potuto notare, durante la passeggiata per raggiungere il Museo di Antropologia dell’Università di Bologna, la presenza di tanti negozi aperti, tra cui quello della foto sopra con prosciutti di Parma e salamini e mortadelle in esposizione: Se venite a Bologna dovete assaggiate anche la pizza squisita di Altero in via Ugo Bassi 10 e via Indipendenza 33 ma anche in via Caprarie 3, vicino a piazza Maggiore

museo antropologicoEccoci al museo antropologico del cibo UNICIBO in cui, dall’analisi e dallo studio dei denti dell’epoca neolitica, si è risalito alle abitudini alimentari della popolazione dell’epoca:

descrizioneAltre e maggiori informazioni le trovate nell’ottimo articolo Alimentazione dei nostri antenati, UNICIBO a Bologna nel quale potrete leggere “pannelli espositivi (come quello della foto sopra e sotto) sui metodi di studio, documentazione fotografica e studi su ossa e denti di uomini del Paleolitico medio (Neandertaliani di Krapina, Croazia) e superiore (Taforalt, Marocco) e di Neolitici del territorio italiano, che gettano luce su cambiamenti ecologici e alimentari”. C’è anche la storia più recente, dall’Età del Ferro fino al Medioevo attraverso lo studio di molte serie scheletriche del territorio emiliano romagnolo in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica dell’Emilia Romagna”

uniciboAl terzo piano quindi “sono esposti ossa e denti umani, in cui si rilevano i segni del tipo di alimentazione e dei disturbi ad essi associati durante la crescita. In una parole c’e Unicibo, mentre al secondo piano si possono ammirare gli esemplari animali dal neolitico e le loro trasformazioni nel tempo fino alle razze odierne nella mostra di anatomia comparata

museo antropologico 3Nell’immagine sopra un particolare del museo, mentre nella foto sotto linci moderne

lince imbalsamataUna visita completa su come e perchè gli esseri umani si sono evoluti fino ai giorni nostri sono presenti in tre piani: anche al secondo piano, dove c’è il Museo di Anatomia Comparata, la mostra si attiva in mostre ed eventi che hanno per tema il CIBO:

uccelli“Mangiare è bello e conviviale. L’uomo circa 10.000 anni fa cambia radicalmente il suo rapporto con l’ambiente, con gli animali, con le piante, con i suoi simili, cambia radicalmente la sua sua visione del mondo. Nella foto sotto il pesce palla, esemplare in estinzione e qui studiato:

pesce pallaNella foto sotto il pesce martello, anche lui viene studiato:

pesce martelloNella foto sotto particolare inquadratura del museo, che si sviluppa su tre piani:

museo Al primo piano si possono conoscere senza paura tutti i rettili e la loro pericolosità:

cobraNella foto sopra, dal primo piano sono presenti le conformazioni scheletrice dei pitoni: nella foto sotto particolare scheletrico del cobra::

pitoneSono presenti anche gli scheletri dei dinosauri risalenti al neolitico. E’ possibile prenotare una visita guidata telefonando al numero 051 2094196 del Museo di Antropologia

Buona visita

Mirco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...