Il benessere

Salute: il Benessere in Sauna

Diversi studi scientifici hanno evidenziato almeno tre effetti che si ottengono da una seduta in sauna (tratto da Spaner, l’articolo completo con altre informazioni lo trovi in fondo a questa pagina):

  1. – Adattamento al calore: respirando aria calda hai una serie di effetti fisiologici diretti: aumento della frequenza cardiaca, aumento della produzione di sudore e un aumento rapido del  flusso di sangue sotto la pelle. Questo adattamento al calore fatto quindi regolarmente è molto utile se vivi in un clima freddo del nord, ed è utile perché ti prepara per quando arriverà il caldo e l’estate, rendendo il tuo organismo più in forma e meno soggetto a quella sensazione di spossatezza che hai con i primi caldi.
  2. – Miglioramento della funzione polmonare: il calore di una sauna ha un impatto diretto sui polmoni, e la tua capacità polmonare aumenta di circa il 10%. Infatti ti sarai accorto, se soffri di asma o bronchite, che la sauna ti aiuta a respirare meglio e che un uso frequente riduce notevolmente l’insorgenza di raffreddori. Ti ricordo invece di non frequentare una sauna se hai già uno stato febbrile in corso  o sintomi di infiammazione respiratoria.
  3. – Miglioramenti diretti delle prestazioni: la Sauna ha un effetto benefico direttamente sul sangue. Sembra che ne aumenti il volume portando così più ossigeno in circolo. Un uso regolare della sauna migliora notevolmente i tempi di recupero e la resistenza del tuo organismo allo sforzo fisico. Molto interessante invece è la scoperta che durante la seduta in sauna hai un incremento transitorio dell’ormone della crescita, quindi con benefici molto alti per il recupero muscolare dopo un’attività fisica. Ci sono anche altri benefici invece non direttamente collegati alle prestazioni fisiche. La sauna è infatti uno dei metodi migliori utilizzati per espellere le tossine dal tuo corpo, in quanto ti fa sudare maggiormente, costringendo le tossine come i metalli pesanti a fuoriuscire dalla superficie della tua pelle. Una sudorazione profonda è un ottimo modo per liberare la tossicità dal corpo che hai accumulato da esposizione a vari elementi ambientali quali l’inquinamento e anche sostanze chimiche che si trovano comunemente negli alimenti raffinati che consumi. Per ultimo, ma non meno importante, è che una seduta regolare in sauna ti aiuta notevolmente a ridurre  il cortisolo, che è l’ ormone dello stress, e che è sempre collegato ad un aumento di peso. Per aggiungere ulteriori benefici puoi fare uso anche di oli essenziali durante le sedute in sauna (soprattutto durante gli aufguss).

saunaInfatti si dice spesso Benessere in Sauna, ma vi siete mai chiesti perché? Quello spirito di libertà, benessere generale, di rilassamento e di bellezza della pelle non è casuale. Ecco una sintensi del articolo LA SAUNA DAL PUNTO DI VISTA MEDICO redattore: dott. Giampaolo Berlanda medico chirurgo
anestesista e rianimatore dell’Ospedale di Trento:

  • previene le infezioni: attivando il sistema linfatico, aumenta le difese immunitarie, prevenendo le infezioni: influenze, tonsilliti, raffreddori, sinusiti, riniti ricorrenti ( molti virus sono termolabili a temperature di 40/50°C). Migliora le allergie al polline, raffreddori da fieno. L’aria calda sui bronchi ha effetto lenitivo ed emolliente, aumentando la circolazione sanguigna nelle vie respiratorie: indicato quindi nelle malattie delle vie respiratorie e bronchiti croniche.
  • Vie respiratorie: favorisce la secrezione del muco e rafforza e rilassa i muscoli della respirazione, consigliato in certe forme di asma.
  • Malattie reumatiche: indicato nei casi cronici di tutte le forme reumatiche per effetto lenitivo del dolore.
  • Ciclo mestruale: attenua i dolori premestruali e regolarizza il flusso debole.
  • Pelle: la pelle acquista elasticità, la cellulite diminuisce, cura le malattie cutanee croniche, foruncoli, acne. La forte irrorazione sanguigna e l’intensa sudorazione indotta dal calore previene i ristagni adiposi ed aiuta la diminuzione della cellulite e degli inestetismi cutanei, produce un’accurata pulizia della pelle ( specie se attraverso il peeling). Il calore secco non danneggia assolutamente i capelli ed anzi purifica e irrora il cuoio capelluto.
  • Peso: fa calare fino a due Kg., ma solo di liquidi che devono essere reintegrati al più presto. Riduce il colesterolo LDL con riduzione dell’assetto lipidico paragonabile ad una modesta/intensa attività fisica.
  • Metabolismo: migliora il metabolismo di tutti gli organi escretori ( reni, fegato, pancreas) grazie all’aumento della circolazione del sangue, e quindi aumenta l’eliminazione di tossine, ac. urico, scorie metaboliche, ac. lattico. ( indicato dopo sforzi fisici intensi o attività sportiva). Determina un grande beneficio per i diabetici, modulando l’attività del sistema nervoso autonomo. Nei tossicodipendenti, anche dopo molti anni di astensione dalle droghe, vengono rimossi i residui di droga depositati nei tessuti adiposi ( causa di ricadute tardive) e vengono eliminati con la sudorazione.
  • Sistema nervoso e muscoli: rilassa il sistema nervoso centrale ed ha effetto decontratturante sui muscoli ( benefico in caso di stress ed intenso sforzo muscolare con accumulo di ac. lattico). Migliora il sistema termoregolatore del corpo ed il funzionamento delle ghiandole sudoripare, migliora l’equilibrio psico-fisico ed innalza la soglia del dolore e la capacità di sopportazione del calore ambientale. Determina miglioramento dell’umore e del benessere psichico, specie se associato alla musica gradita che scatena, alla pari del cibo, droga o sesso, rilascio di dopamina e attiva i centri nervosi deputati al soddisfacimento.
  • Cuore: per capire gli effetti positivi e negativi della sauna su tutto l’organismo, dobbiamo capire l’effetto di questa sul cuore, perché ogni modificazione ambientale ( stress, caldo, freddo, sforzo fisico,..ecc.) condiziona la nutrizione e l’ossigenazione di tutti i tessuti e organi del corpo. Il cuore si attiva per mantenere l’omeostasi di tutti gli organi ( cervello, reni, fegato, muscoli, cuore stesso). La sua funzione è far circolare continuamente il sangue in quantità e velocità adeguate in tutti gli organi, allo scopo di portar loro nutrimento e ossigeno e togliere da essi le scorie e l’anidride carbonica. Attraverso il circolo venoso superficiale ha anche una funzione omeostatica atta a mantenere costante la temperatura del corpo (sotto i 37°C). Lo shock calorico della sauna determina una reazione di vasodilatazione cutanea generalizzata e improvvisa che favorisce una ipersudorazione e raffreddamento del corpo per mantenere costante la temperatura interna: ciò causa perdita acuta ed improvvisa di liquidi con richiamo di liquidi da altri tessuti e aumento del letto vascolare periferico con conseguente caduta della pressione arteriosa (ipotensione). Per compensare a ciò il cuore aumenta la frequenza del battito ( fino a raddoppiare arrivando a 120 battiti/m’), con conseguente aumento dello sforzo e consumo di ossigeno e glucosio. Si capisce quindi come il cuore sia il primo e fondamentale organo a subire in modo positivo e/o negativo “l’effetto sauna “. In un cuore normale la sauna rafforza ed allena il cuore stesso, prevenendo possibili patologie cardiache. Ha però anche numerosi effetti benefici e terapeutici su numerose patologie cardiache: è consigliata nei pregressi infarti miocardici, nelle patologie ischemiche dopo posizionamento di stendt coronarico, nelle forme di bradicardie spontanee e non indotte da farmaci, nell’insufficienza cardiaca cronica ( allenando il cuore e riducendo i liquidi circolanti), nell’ipertensione arteriosa, nell’ipotensione arteriosa.
  • sauna-cuoreControindicazioni:
    La sauna è controindicata nelle infezioni acute in genere a causa dell’aumento della congestione mucosa ( febbre, raffreddori, influenza) ed in quelle respiratorie in particolare e in alcuni casi di asma ( può scatenare una crisi), bronchiti. Controindicato nelle forme di reumatismo articolare e artrite reumatoide in acuzie. Può aggravare temporaneamente dermopatie con arrossamenti cutanei ( rosacea e eczema), malattie veneree, ferite non ancora rimarginate. Sconsigliata nelle infiammazioni acute neuromuscolari, nel ciclo mestruale in atto ( per vasodilatazione, riduzione della viscosità del sangue e conseguente emorragia). Da evitare nell’insufficienza renale per perdita eccessiva di liquidi ed elettroliti. Controindicata nelle patologie neurologiche come epilessia, interventi neurochirurgici recenti, nei bambini al di sotto dei 5 anni per mancato completamento dello sviluppo del sistema termoregolatore e linfatico. L’alta temperatura della sauna può deformare le lenti a contatto, infiammazioni congiuntivali e glaucoma possono peggiorare. Controindicato in gravidanza ( anche piccole variazioni della temperatura corporea della madre può causare danni al nascituro.) Gli olii inalati e spalmati possono dare reazioni allergiche cutanee e respiratorie, irritazione cutanea e congiuntivale. Controindicato nei claustrofobici. Può causare il “colpo di calore” se si effettuano saune coperti da vestiti, con notevole aumento del battito cardiaco e della temperatura interna, malessere, mal di stomaco e sensazione di stordimento. L’improvviso abbassamento della pressione può provocare lipotimia con perdita temporanea della coscienza, rallentamento del battito cardiaco, rischio di traumi da caduta. ( accentuato dai passaggi da disteso o seduto a in piedi rapidamente). Evitare di entrare in sauna digiuni o dopo pasti abbondanti.
  • E adesso buona sauna a tutti. Altre informazioni le ritrovi nell’articolo La Sauna

grotta Urbanifoto: grotta Urbani nel Conero, marche

La SPA, per essere funzionale come un vero centro benessere, deve avere delle caratteristiche sia tecniche che di gestione; ad esempio le docce rinfrescanti non devono essere moloto distanti dalla cabina sauna, anche i Percorsi Kneipp devono essere vicini alle docce. La Vasca di reazione (immersione in acqua fredda) è preferibile a un bell’ idromassaggio caldo! Infatti dopo la sauna non è proprio necessario un bell’idromassaggio caldo con il cloro che penetra dentro i tuoi pori belli aperti! Ricordiamo che il cloro è utilizzato come disinfettante obbligatorio per le acque, ma che è anche un veleno che se penetra nel corpo, specie quando si hanno i pori aperti per via del calore, può avere effetti dannosissimi! Quindi la Sauna finlandese è un tipo di attività non pericolosa, che riduce gli eventi cardiovascolari e ha un effetto protettivo sul rischio cardiaco:
“Se non è possibile curare una persona ammalata con catrame (antisettico), con lo spirito (alcol) o con la sauna, allora potrà solo morire” recita un proverbio finlandese. Non si pensi alla pratica importata e addomesticata nei centri benessere del nostro paese in quanto la Sauna, “farmacia dei poveri”, è una tradizione di migliaia di anni che accompagnava le tappe individuali e sociali della vita dei finlandesi, dalla nascita alla morte e oggi è una prassi più viva che mai, se è vero che su 5 milioni di abitanti, le saune sono circa 3 milioni.

paradisoIl più immediato effetto fisiologico dell’esposizione ad alte temperature per un breve periodo di tempo è la risposta vasodilatatoria, con l’aumento del battito e della sudorazione, non causata da attività fisica e che rilassa i muscoli. Gli scienziati stanno verificando la veridicità dei presunti benefici del bagno di calore, al quale il popolo finlandese attribuisce la propria tradizionale forza e longevità, cioè che la sauna costituisce realmente un fattore di protezione in generale e contro la morte per malattie cardiache..EFFETTO POSITIVO SUI PAZIENTI CARDIOVASCOLARI
I benefici di un bagno di calore sono stati documentati anche sui pazienti cardiovascolari. Un recente studio ha dimostrato che entrare in sauna cinque volte a settimana per tre settimane garantisce loro dei benefici duraturi: migliorano le funzioni cardiache e aumenta la quantità di attività fisica che riescono a sostenere.
Infatti, nei pazienti cardiaci, il fiato corto e la mancanza di energia dipendono dall’incapacità del cuore di pompare sangue a sufficienza per rifornire la periferia del corpo. I ricercatori dell’Università di Toyama hanno dimostrato che la sauna migliora la circolazione e il pompaggio del sangue da parte del cuore, tanto da permettere ai pazienti di percorrere a piedi distanze più lunghe (379 metri invece di 337 metri in 6 minuti).
Ecco il rapporto tra l’uso regolare della sauna e il rischio di morte cardiaca improvvisa (SCD), di malattie coronariche e cardiovascolari fatali: rispetto al gruppo di controllo costituito da coloro che avevano dichiarato di fare una sauna a settimana, il rischio di morte cardiaca improvvisa si riduce del 22% con 2-3 sedute a settimana e del 63% con 4-7 sedute. Analogamente, il rischio di malattie cardiache si riduce rispettivamente del 27% e del 50% con 2-3 e 4-7 sedute e per le malattie coronariche i dati sono molto simili (con una riduzione del rischio del 23% e del 48% rispettivamente). MEGLIO FARLA REGOLARMENTE la Sauna: infatti in coloro che facevano regolarmente una sauna a settimana» ci spiega il diabetologo Francesco Zaccardi, ora al Department of Health Sciences dell’University of Leicester nel Regno Unito per ragioni di ricerca, “considerando poi tutte le cause di morte (e non solo quelle legate a patologie cardiache) i ricercatori hanno visto una riduzione del rischio del 23% per 2-3 sedute di sauna e del 40% per 4-7 sedute, sempre rispetto alla singola sauna settimanale. Anche il tempo speso in sauna conta: rispetto a chi vi restava meno di 11 minuti, il rischio di morte cardiaca improvvisa diminuiva del 7% per sessioni da 11 a 19 minuti e del 52% per sessioni più lunghe di 19 minuti. E i dati sono analoghi anche per malattie coronariche e cardiovascolari. «Questa variazione dell’effetto con la dose supporta l’idea che vi sia una relazione causale tra la sauna e i benefici osservati nello studio – commenta i risultati Zaccardi – Occorrerà ora procedere con degli studi fisiopatologici al fine di comprendere gli esatti meccanismi in atto e poter confermare la causalità». C’è anche chi si è concentrato sullo strato lipidico, mostrando un abbassamento del colesterolo pari a quello ottenibile con una moderata attività fisica. E chi intende misurare gli effetti del rilassamento psicofisiologico, al di là dell’autovalutazione dei soggetti. Vi è un rinnovato interesse sul valore terapeutico della sauna, cui sono stati attributi effetti positivi in caso di malattie reumatiche, cardiovascolari, polmonari (come la malattia polmonare ostruttiva) e della pelle, ma anche disturbi dell’umore. Nel frattempo, anche Zaccardi e il gruppo finlandese stanno proseguendo le loro ricerche, per capire in maniera dettagliata i meccanismi fisiologici indotti dalla sauna e definire la sua relazione con il diabete: «abbiamo anche visto che a ricavare i maggior benefici sono i diabetici» spiega Zaccardi. «Ciò potrebbe essere legato al fatto che un potenziale meccanismo con cui la sauna agisce è una modulazione dell’attività del sistema nervoso autonomo, che proprio in questi pazienti può essere disfunzionale».
«È vero che la sauna sembra efficace in quasi tutte le malattie, ma non disponiamo dei dati. In certi pazienti, sono necessarie particolare cautela e adeguata supervisione, perché l’effetto di vasodilatazione può portare ad un calo di pressione e sincope» ci ha spiegato il gruppo guidato dal cardiologo Takashi Ohori.

Bibliografia: Nicla Panciera (La Stampa)

Quindi “Per  far sì che la sauna ti dia tutti questi  benefici è d’obbligo rispettarne il corretto utilizzo, seguendo queste semplici, ma basilari regole:

1 – rispettare il numero delle sedute giornaliere (2-3) intervallate da periodi di riposo per permettere al tuo fisico di recuperare. La sauna va fatta con un metodo ben preciso: non serve che tu passi intere giornate in sauna entrando e uscendo dalle cabine. Così facendo rischi solo di creare più danni che benefici.

Quindi, la prima regola base è: sauna, doccia fredda, reintegrazione dei liquidi (non cibo solido!) e riposo, da ripetere per 3-4 volte.

2 L’alimentazione: deve essere rigorosamente ricca di acqua e sali minerali ma non di cibo solido per non appesantire il tuo organismo durante la digestione, in quanto è impegnato a disintossicarsi e purificarsi.

3  Silenzio e relax (tratto dall’articolo La Sauna fa davvero bene?, da leggere)

Leggi anche l’articolo Appunti di benessere

Condiviso da Mirco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...