Le saune dell’Alto-Adige

sauna fotoQuando si entra in sauna (ambiente dove ci riposa e si suda per rafforzare le difese immunitarie) bisogna rispettare 2 semplici regole d’igiene al fine di salvaguardare la propria salute e quella degli altri:

1) all’interno della cabina è obbligatorio tenere tutto il corpo sull’asciugamano, per non lasciare il proprio sudore sul legno e allontanare così i batteri, per cui tenere sempre piedi e schiena sull’asciugamano (nel bagno turco si utilizza solo il telo in gomma che fornisce la struttura); le ciabatte si lasciano all’esterno della cabina.

2) usciti dalla sauna e prima di entrare in una delle vasche relax o nell’acqua di un percorso Kneipp, è obbligatorio farsi una doccia prima di entrare in acqua per lo stesso motivo di cui al punto 1, cioè per non depositare i batteri in acqua.

La permanenza in sauna è stabilita in 15 min. max alternati sempre a momenti di riposo nei lettini di almeno 30 min. In Alto-Adige alla sauna vi si accede senza indumenti addosso e solo con accappatoio ed asciugamani  (le ciabatte si utilizzano all’uscita della cabina sauna). Si può scegliere tra le seguenti strutture pubbliche in Val Pusteria:

a Innichen-San Candido c’è l’Acquafun: dispone di

cabina infrarossouna cabina a infrarossi (vedi foto sopra), dove ci si può sedere e beneficiare così del calore direttamente sulla schiena, poi c’è un bagno turco e due saune finlandesi:

sauna finlandesenella foto sopra vedi l’immagine della sauna finlandese con temperatura di 90° da 30 posti circa. E’ presente anche una biosauna con umidità superiore a quella finlandese, e c’è anche una postazione esterna per il solarium naturale (vedi foto sotto)

solarium esterno C’è la zona bar dove ci si può versarè un bicchiere di tè purificante (vedi foto sotto).

zona relaxC’è anche la vasca Idro-relax (nella foto sopra si intravede in fondo a sinistra) ma è presente anche la vasca di raffreddamento in acqua fredda e il percorso Kneipp per i piedi, con passaggio dal caldo a freddo. E’ possibile assistere agli aufguss nella sauna finlandese. La zona relax merita per la vista suggestiva e panoramica sul paesaggio circostante e per la presenza del grande letto confortevole (vedi foto sotto)

sala relaxLa piscina dell’Acquafun ricorda quella dell’Acquarena di Bressanone (descritta in fondo alla pagina), con il percorso circolare di dimensioni ridotte e con i getti d’acqua che ti spingono e ti massaggiano la schiena e le spalle. Il motivo per cui la piscina dell’Acquafun è però unica risiede nella profondità della vasca, che gradualmente aumenta fino a raggiungere 1,90 m di profondità, con alcune postazioni idro-relax che sono accessibili solo nuotando, trovandosi proprio nella zona di massima profondità. Da provare quindi la sensazione di avere “l’acqua alla gola” fermandosi nel punto dove si tocca ancora senza paura e nessun rischio, specialmente d’estate (ma anche durante l’inverno in quanto è riscaldata).

Merita ed è molto emozionante l’esperienza di salire sul Fun-bob, che si trova nella zona sportiva, dove puoi scendere all’interno di uno slittino che viaggia su un binario unico regolando la velocità tirando la leva del freno.

a Bruneek-Brunico in località Riscone c’è il Cron 4 (nella foto l’ingresso struttura):

Ingresso Cron4molto rilassanti le 4 cabine con lampada ad infrarosso e lettino, dislocate vicino alla sauna 100° (altri 8 lettini con lampada sono al primo piano); molto intensi gli aufguss 3-5 stelle, eseguiti nella sauna grande, da cui esci purificato; per riposarsi si possono utilizzare i lettini  disposti nel grande parco, molto soleggiato in estate, e in altre 4 sale di cui due al primo piano; nel reparto saune di cui sopra si entra senza costume ma con parei, asciugamani e/o accappatoi mentre nel reparto piscine si entra con costume e c’è anche uno scivolo a serpentina con uscita indipendente, non collegato con le vasca relax, la vasca sportiva e la vasca “sun” esterna. Altre informazioni le trovi nell’articolo “Gli eventi del Cron4” con altre immagini della struttura

in Valle Aurina (ci si arriva da Brunico) c’è il Cascade

cascade piscina e benessereIl Cascade si trova a Campotures vicino alle cascate di Riva (si può trovare la cabina a infrarosso con 7 postazioni , 5 lettini relax elettrificati regolabili (vedi foto sotto):

lettini elettrici cascadeinfatti premendo un tasto si può regolare l’inclinazione oppure accendere la luce a led premendo il tasto relativo all’illuminazione se si vuole leggere. Inoltre ci si può riscaldare premendo sempre un tasto e osservare il paesaggio circostante e il castello di Campotures in bella vista, incantevole.

Castello di TuresLa vasca idro-relax esterna è molto valida e rilassante e la struttura su cui ci si sdraia per ricevere il getto d’aria dell’idromassaggio è realizzato completamente con tubolari in acciaio inox. C’è anche un parco esterno  e 4 saune (tra cui 1 bagno turco e la sauna grande esterna, vedi foto sotto)

La sauna esterna e il lago naturale su cui immergersi

La sauna esterna e il lago naturale su cui immergersi

 

C’è anche un locale sudario al primo piano, il bar e una vasta zona relax sempre al primo piano). Nel reparto Piscina sono molto rilassanti e valide le vasche idromassaggio dislocate sui due piani, dove si trova anche la zona con lettini, molto panoramica. E’ presente anche una vasca relax esterna riscaldata a cui vi si accede anche dall’interno avvicinandosi alla fotocellula che si trova in prossimita della porta automatica.

Poco distante dalla struttura si possono visitare le “cascate di Riva” (leggi l’articolo) con possibilità di raggiungere a piedi i 3 punti panoramici in quota, non impegnativi. Merita anche la visita al castello di Campotures e anche la visita alla Miniera del rame a Predoi (leggi l’articolo), che si raggiunge percorrendo la strada che parte da Campotures. Durante la visita alla miniera si percorrono i vecchi binari utilizzando le carrozze dell’epoca.

Sempre in Val Pusteria meritano le passeggiate al lago di Braies e al lago di Anterselva (leggi articolo), dislocati tra Brunico e San Candido;

a Sterzing-Vipiteno c’è il Balneum: molto rilassanti i lettini disposti all’interno della stanza con le pareti realizzate interamente con fieno pressato, oppure ci si può distendere sulle amache o entrare nella sauna in roccia, dove l’acqua scorre nella stufa in modo automatico. Dispone anche di una sauna esterna e una vasca idro-relax sempre esterna e una terrazza dove potersi riposare al sole

Da visitare è sicuramente la miniera di Monteneve (leggi articolo) in val Ridanna, 15 km da Vipiteno

a Brixen-Bressanone c’è l’Acquarena

acquarenaLe foto presenti nell’articolo provengono dal sito della struttura di cui sopra

L’Acquarena a Bressanone-Brixen (Bz) dispone della migliore piscina dell’Alto-Adige, con l’uso del costume: la zona piscine dell’Acquarena dispone di uno scivolo che si immette direttamente nella vasca relax, dove c’è anche una zona dove l’acqua ti spinge facendoti camminare veloce attorno alla vasca in un percorso circolare ad anello, che avviene ogni 30 minuti per 15 minuti. A fianco, sempre all’interno, c’è la vasca sportiva con possibilità di tuffarsi dai trampolini. Inoltre c’è uno Snack Bar collegato con il ristrorante “Grissino” per prenotare e gustare i piatti asiatici o le pizze direttamente sui tavolini dell’area piscina

piscina relax acquarena foto 3: la piscina relax salina a 34° esterna dell’Acquarena, accessibile dall’interno

C’è anche una vasca salina a 34°, che si trova all’esterno ed è la migliore dell’Alto Adige, in cui la presenza di vari getti d’aria a rotazione permette di essere massaggiati in tutte le parti del corpo e questo avviene posizionandosi nella zona della vasca dove esce il getto d’aria: infatti si può scegliere se stare seduti oppure in piedi o scegliere la zona dove si può stare sdraiati e un’altra dove il getto d’aria dell’idromassaggio avviene solo in una posizione del corpo in base alla zona della vasca che si è scelto appunto, in quanto cambia l’altezza del getto stesso.

In estate si può accedere al parco e ad altre due piscine esterne, una sportiva (foto 5) con la possibilità di tuffarsi dai trampolini da una altezza di 7 metri (vedi foto 4 in fondo a destra), mentre nella vasca relax è presente un’altra zona idromassaggio e un’altro scivolo esterno che si immette nella vasca relax stessa, dove però l’acqua è più fresca rispetto a quella salina a 34° (rimane a 34° anche d’estate).

scivolo esterno acquarenafoto 4 e 5: Panoramica della vasca relax-fun (foto 4 sopra) e della vasca sportiva (foto 5 sotto) nel parco esterno dell’Acquarena

piscina esternaDal 4 maggio 2015 fino al 6 settembre 2015 le piscine esterne saranno riaperte al pubblico e si potrà usufruire dello scivolo esterno (che si immette nella vasca relax-fun) e dei trampolini alti fino a 7 metri, da cui ci si tuffa immergendosi nella vasca sportiva

acquarena d'estate foto 6: vista sul parco dalla terrazza panoramica del reparto sauna

Dalla terrazza panoramica del reparto sauna si vede il parco e la piscina sportiva, i trampolini per i tuffi e lo scivolo e la piscina relax (foto 6): nel reparto Sauna (a cui vi si accede senza costume, con accappatoio, perei e/o asciugamani e ciabatte, queste ultime si lasciano all’esterno delle cabine) si possono trovare 7 tipologie di sauna, 2 percorsi Kneipp e 2 vasche relax con idromassaggio, una interna e una esterna, 2 terrazze con lettini, di cui una posta sul tetto, inaugurata il 30 novembre 2013 (vedi foto 7) assieme alla settima nuova sauna panoramica (vedi foto 8):

terrazza panoramicaFoto 7: la nuova terrazza panoramica è molto soleggiata ed offre una panoramica incantevole sulla città di Brixen e sulle montagne che la  circondano.

sauna panoramicaFoto 8 sopra: la nuova sauna panoramica dell’Acquarena. Nella fotto 9 sotto l’interno della nuova sauna panoramica

l'interno sauna panoramica130820141808Foto 9: l’interno della nuova sauna sulla terazza panoramica. Nella foto 9 si può osservare l’interno caldissimo della nuova sauna panoramica: è bellissima, panoramica grazie alle vetrate, colorata grazie alle luci a led e soprattutto calda, grazie alla presenza di due stufe; l’impianto elettrico nella nuova sauna è realizzato con la Domotica, per cui l’illuminazione e relativo cambio colorazione, la musica stessa sono gestiti tramite pc e relativo tablet, utilizzato sul posto dal sauna team. La sua capienza è di 40 persone.

Nel luglio 2014 hanno ristrutturato anche la sauna interna (foto 10 sotto): è molto bella, in particolare l’effetto cromatico ottenuto con le luci a led che cambiano colore in continuazione. Contiene 37 persone; quella esterna ne contiene 45

Foto 10: la nuova sauna interna

Foto 10: la nuova sauna interna

Hanno anche realizzato il Salionarium: nell’immagine sotto c’è la descrizione dei benefici

descriz. salionariumFoto 11: descrizione dei benefici derivanti dalla permanenza all’interno nel nuovo Salionarium. Nella foto 12 sotto è possibile osservare l’interno della cabina Salionarium, con le postazioni in marmo, dove respirare lo iodio come al mare: l’ambiente non è molto caldo per ricreare la temperatura ambiente naturale.

Foto 12: la nuova cabina Salionarium

Foto 12: la nuova cabina Salionarium

Leggi anche l’articolo “Gli eventi a tema in sauna a Bressanone(Bz)”

A Merano ci sono le Terme di Merano. Il reparto sauna è stato ampliato recentemente.

A Merano merita anche la visita dei giardini di Castel Trauttmansdorff, dove sono presenti tutte le specie di  piante e fiori, da ammirare in un percorso labirinto in salita fino ad arrivare al ponte sospeso verso il cielo, chiamato binocolo per la forma che assume, da cui si può ammirare l’ottima panoramica sui giardini.  Da lì il percorso prosegue in discesa fino al lago. Una giornata che merita di essere vissuta e imperdibile. Leggi anche l’articolo “Giardini di Trauttmansdorff a Merano”

Leggi anche l’articolo “Le due regole d’igiene da rispettare in sauna” oppure “La sauna”

Leggi anche l’articolo “Tutela della privacy e salute in sauna”

Buona sauna!

Mirco Malaguti

Annunci

4 pensieri su “Le saune dell’Alto-Adige

  1. Pingback: Appuntamenti a Bressanone e dintorni | Le Recensioni

  2. Pingback: Le saune in Trentino e in Veneto (Lago di Garda) | Le Recensioni

  3. Pingback: Slovenia: Grotte di Postumia e Lago di Bled | Le Recensioni

  4. Pingback: Val Pusteria, dalla ciclabile San Candido-Lienz ai 3 laghi - Esperienziando Vitae

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...